sabato 14 settembre 2013

Quarantatreesima puntata - Diario di Pechino

23 agosto 2011 – Pechino --- Oggi giornata di shopping. Prima al centro di prodotti elettronici poi in libreria e, dopo il pranzo delle tre, in un mercato delle cose ambigue. --- Io non sono tagliata per lo shopping, ho solo accompagnato le amiche al centro di prodotti elettronici, salvo poi rifarmi in libreria. Ho speso una fortuna in libri veri e propri e in audio-books. Il portafogli si è alleggerito, lo zaino invece si è appesantito. --- Poca fortuna nel pomeriggio: niente prodotti cinesi di straforo a basso prezzo, tutto fufa o prodotti importati, tutti a prezzi altissimi. Devo portar pazienza; tutto si troverà prima o poi. --- Le cose che vale la pena di comprare sono gli oggetti ormai in disuso, come gli arnesi per la calligrafia che invece da noi costano un occhio. Anche il pigiama in broccato di seta per un bambino che verrà è costato poco ed è di fattura e di materiale eccellenti. Un giorno, poi, avevo comprato venti matite Staedtler, sono ottime, da noi costano caro qui invece li compri a venti alla volta. --- Nel tornare a casa mi sono fermata a mangiare un boccone. Dopo poco sono arrivati anche gli amici italiani, si sono fatte le nove e mezza tra la stanchezza e le chiacchiere. Domani – ultimo giorno da sveglia alle sette – avremo sei lezioni, chissà chi di noi parteciperà.