domenica 16 marzo 2014

Fondo Edoarda Masi



Il 4 marzo avevo segnalato che è stato regalato alla Biblioteca Braidense una raccolta di oltre 2500 libri, (leggi post qui) "dalla Cina e sulla Cina, in cinese, ita­liano, fran­cese, inglese e russo", collezione della sinologa Edoarda Masi. Il Manifesto ha pubblicato uno stralcio della relazione al convegno dedicato alla costituzione del Fondo Edoarda Masi (leggi qui)
Come si legge nell'articolo le biblioteche comunali (cataloghi qui)  si stanno organizzando al fine di rendere disponibile la consultazione online.
Il solo leggere i nomi di alcuni degli autori che conosca mi rende ansiosa di iniziare a entrare in contatto con questo universo prezioso di e sulla Cina ma non solo.
Edoarda Masi era essa stessa una scrittrice. Mi piacerebbe tanto conoscere le sue opere, prima tra tutte Ritorno a Pechino (Fel­tri­nelli, 1993) che tanto mi suona familiare.
Ultima cosa, una piccola curiosità: un mio connazionale illustre (Istvàn Mèszàros, filosofo marxista - leggi qui) era suo caro amico.