mercoledì 4 giugno 2014

Movimento 4 giugno - per non scordare la Pechino del 1989


Venticinque anni sono passati dal lontano 1989 quando le proteste di Pechino portarono all'uccisione dei giovani cinesi in piazza Tian An Men.

Ironia della sorte, 天安门 significa Porta della PACE Celeste.

Il governo di Pechino ha sempre criticato l'etichettatura fatta dai media occidentali di questo evento, da allora noto come massacro di piazza Tienanmen. L'evento è noto in Cina come 4 giugno o movimento del 4 giugno, e incidente del 4 giugno.

I cinesi che sono sfuggiti dopo le uccisioni affermarono che il numero delle vittime fu nell'ordine delle migliaia, contando le centinaia uccise sul posto e le vittime dell'epurazione che seguì.





 王維林

La fotografia di questo ragazzo, in piedi di fronte ai carri armati, ha fatto il giro del mondo. E' un perfetto sconosciuto, chiamato Wang Weilin, cioè Uomo del carro armato, simboleggia l'idealismo giovanile. Oggi i giovani cinesi sono stufi di parlare del passato, vittimi della corsa al benessere che pare non riservi altre opportunità se non questa di oggi.

Guarda il servizio della Rai qui