venerdì 26 febbraio 2016

Studiare cinese, cosa chiedono gli studenti? / Learning Chinese what do students expect?


Studiare una lingua straniera richiede grande dedizione. Spesso questo impegno dura per diversi anni. Studiare la lingua cinese accresce in maniera esponenziale tali sine qua non.



Quali sono le principali motivazioni che spingono una persona adulta ad affrontare tale sfida? Parlo di persone "adulte" di proposito. I miei studenti sono tutti adulti, tra loro molti sono gli over 50. Mi sono spesso domandato quali sono le loro aspirazioni, tenuto conto che studiare cinese è davvero una grande impresa per una persona non orientale.



Gli over 50 spesso sono pensionati. I pensionati dispongono di molto tempo libero e sono spesso alla ricerca di attività che, oltre a fargli passare il tempo, possano portare un giovamento nella loro vita. Quale giovamento? Imparare il cinese certamente non prospetta giovamento nel campo lavorativo, ma li fa sentire ancora operativi in quanto partecipi a un processo colletivo come andare a lezione, stare in classe, rispondere alle domande dell'insegnante, etc. Non è di poco conto la convinzione, scientificamente più o meno accertata, che studiare una lingua straniera aiuti il cervello a combattere le malattie della terza età come altzheimer etc.


I miei studenti in età lavorativa vengono a scuola la sera, dopo il lavoro. Per loro frequentare il corso e prepararsi per le lezioni significa fare delle scelte a volte molto dolorose. Parlo soprattutto delle donne che, oltre al lavoro, devono gestire il proprio tempo in un ambito famigliare dove è richiesto un loro impegno non indifferente. Ne consegue che, man mano che i corsi si fanno più impegnativi e l'impegno per sostenerli è proporzionalmente in crescita, resta sempre più difficile ricavare il tempo necessario nella propria giornata.


Si dice che per portare avanti con soddisfazione lo studio di una lingua straniera siano necessari venti minuti giornalieri di studio a casa e un'ora di lezione alla settimana in classe. Occorre aggiungere subito che, dato il gap culturale, studiare cinese l'impegno è raddoppiato (40 minuti al giorno a casa e 2 ore alla settimana in classe). Nella realtà nessuno dei miei studenti in età lavorativa dispone di tale quantità di tempo libero. Ciò che consiglio loro, è cercare di ritagliare un po' di tempo, possibilmente al mattino, e aumentare l'impegno strada facendo.


Altra questione è la necessità di sostenere esami certificati di lingua cinese. Il HSK (Hanyu Shuiping Kaoshi) viene effettuato regolarmente due volte l'anno e per farlo il governo di Pechino invia personale ad hoc. Tuttavia abbiamo notato che gli argomenti degli esami HSK risultano ben lontani da quelli affrontati nei nostri corsi in quanto, oltre ad utilizzare i libri di grammatica, noi cerchiamo di coinvolgere gli studenti in lezioni di conversazione fin dal primo anno che riguardano la vita di tutti i giorni.


Resta aperta la domanda "Che cosa chiedono gli studenti che vogliono imparare la lingua cinese?"



********************************************************************************

Studying a foreign language requires great dedication. Often this commitment lasts for several years. Study the Chinese language exponentially increases such sine qua non.What are the main reasons that lead an adult to face this challenge?I speak of "adult" people on purpose. My students are all adults, among them many are over 50. I have often wondered what could their aspirations be, considering that learning Chinese is really a big deal for a not Eastern person.Those over 50 are often pensioners. Retirees have a lot of free time and are often looking for activities that, in addition to make him pass the time, can bring benefits in their lives. What benefits? Learning Chinese will certainly not carry benefit in the field of work, but it makes them feel still operating as participants in a collective process as going to class, stay in class, answer the teacher's questions, etc. It is not trivial the belief, more or less scientifically ascertained, who study a foreign language helps the brain to fight diseases of the elderly as Altzheimer etc.My students of working age are in school in the evening, after work. For them to attend the course and prepare for the lessons require choices that are sometimes very painful. I speak mainly of women who, in addition to work, have to manage their time in a family environment where their commitment is quite important. It follows that, as the courses are more challenging and commitment to support them is proportionally growing, remains increasingly difficult to obtain the necessary time in their daily lives.It is said that to carry on with satisfaction the study of a foreign language twenty minutes every day home study are required, and an hour of lessons by week in the classroom. It must immediately add that, given the cultural gap, studying Chinese engagement has doubled (40 minutes a day at home and two hours a week in class).In fact none of my students in working age has that much free time. What I always suggest is to start to cut a bit 'of time each day, preferably in the morning, and increase the commitment by the road.Another issue is the need to support Chinese language certificate examinations. The HSK (Hanyu Shuiping Kaoshi) is carried out regularly twice a year and to do that the Beijing government sends ad hoc staff. However we noticed that the arguments of the HSK exams are far from those addressed in our courses where, beside using the grammar books, we try to engage students in conversation classes that affect the lives of all days starting from the very first year .There remains the question "What are the students who want to learn the Chinese language?"