mercoledì 24 gennaio 2018

语音 Quella cosa chiamata fonetica / That strange thing called phonetics



Una volta ripreso gli studi, dopo le vacanze di Natale, abbiamo dovuto riprendere gli esercizi di pronuncia e nel farlo ci siamo subito imbattuti in alcuni errori ricorrenti.
Once we resumed our studies, after the Christmas holidays, we had to resume the pronunciation exercises and in doing so we immediately came across some recurring errors.

"chū" ()  oppure "qù" ()? /  "chū" ()  or "qù" ()?


"chū" 出 (uscire / exit
 
"qù"  去 (andare/ go)

Come faccio, se li trovo entrambi? / What to do when I find both? 
 

 "chūqù" 出去 (é uscita / left)

A mio avviso il problema è nato agli inizi, quando imparavamo la pronuncia dell'iniziale "q". 
In my opinion the problem was born at the beginning when we learned the pronunciation of the initial "q".


In effetti "q" è la copia aspirata dell'iniziale "j", molto difficile da pronunciare - almeno per gli italiani. Io me la cavo perchè sono ungherese e la mia lingua viene dal lontano oriente.
In fact "q" is the aspirated copy of the initial "j", very difficult to pronounce - at least for Italians. I am lucky because I am Hungarian and my language comes from the far east.




Iniziali come "q", "j" e "x" sono particolarmente dolci,  mentre  "zh" e "ch"  sono iniziali duri.
Initials such as "q", "j" and "x" are particularly sweet, while "zh" and "ch" are hard initials.
  
Iniziali "q", "j" e "x" permettono la formazione di parole con finali esclusivamente dolci. Quali sono i finali esclusivamente dolci? Tutti iniziano con "i" oppure con "ü" che, in questi casi scriviamo senza i puntini ("u"). 
Initials "q", "j" and "x" allow the formation of words with exclusively sweet finals. Which are the  exclusively sweet finals? All start with "i" or with "ü" which, in these cases, we write without the dots ("u"). 

Esempio: / Example:
Jī ( jiě()   jiàn()   jiù(jiāng(将)     qǐ (起)  qiè (切)  qián(钱)  qiáng(墙)   
jù(句)   jué(觉)  juǎn (卷)  
    
(去)   quán(全) 

  
 "qù"  去 (andare / go)

Ed ecco  "qù"  (andare / go), una parola dolce che non posso più confondere con una parola dura, come "chū" (uscire / exit).
And here is "qù" (go), a sweet word that I can no longer confuse with a hard word, like "chū" (exit).

"chū"  出 (uscire / exit)

L'iniziale "ch" è altresì la coppia aspirata di un'altro, dell'iniziale "zh" . Entrambi sono duri che permettono solo la formazione di parole con finali dure. Pertanto parole che terminano con "i" vengono pronunciate con finale "ö", mentre non ci possono essere parole che terminano con la "ü", bensì solo con la "u"
The initial "ch" is also the aspirated copy of another initial, that of the "zh". Both are hard and allow only the formation of words with hard finals. Therefore words ending in "i" are pronounced at the and as "ö", while there can not be words ending in "ü", but in "u", only.




 "Chī" 吃 (mangiare / eat)

Concludendo,  "chū" () è una parola dura che inizia con "ch" (iniziale duro) e termina con  ū (finale duro).
In conclusion, "chū" (出) is a hard word that begins with "ch" (hard initial) and ends with ū (hard final).

Come faccio a confondere una parola dolce "qù" (去) con un dura "chū" () ?  E' impossibile.
How can I confuse a sweet word "qù" () with a hard one "chū" ()? It's impossible.



"chūqù" 出去  (é uscita / left)

Prossima volta parleremo di "sù" (宿)  e di "xū" (宿).  
Next time we will talk about "" (宿) and "xū" (宿).

lunedì 22 gennaio 2018

Corsi di lingua cinese - autovalutazione

In occasione degli OPEN DAY precedenti spesso mi è capitato di ascoltare persone desiderose di continuare a studiare cinese. Quando mi parlavano del proprio livello lo descrivevano immancabilmente più alto di quanto in realtà fosse. Questo forse più che per darsi delle arie lo facevano per paura di sembrare poco interessanti.

Ho preparato alcuni esercizi, ripresi dai testi che utilizziamoche possono aiutare a definire il proprio livello e, di conseguenza, capire a quale dei corsi è più opportuno partecipare.

Corso Base I° livello:
Riscrivi le frasi collocando le parole nella posizione grammaticalmente corretta:
  1. 你们  , 大卫   好   安娜   !
  2. 也   你们   吗   好   ?
  3. 妈妈  都  , 爸爸  好  很 。
  4. 都  他们   也  中国  去  吗 ?
  5. 中国   意大利  大  , 小  。


Corso Base II° livello:
Riscrivi le frasi collocando le parole nella posizione grammaticalmente corretta:
  1. 我  要  明天  市政府  办公室  办  去  事  。
  2. 我  想  很  学习  去  汉语   大学   北京  。
  3. 你们   有  问题  还   什么  ?
  4. 请  你  再  明天  联系  和  王  女士  。
  5. 我  想  知道  写  给  兰兰 ,但是  还   我  不  会 手机  用 


Corso Progredito I° livello:
Riscrivi le frasi collocando le parole nella posizione grammaticalmente corretta:
  1. 赶    六点半  回来  一定   我们  以前   呢  。
  2. 来不及   他们   京剧   了   看    恐怕   。
  3. 办公室  了   下   课   走   回   后   张老师  去 。
  4. 回  来  一  杯  食品店   买  安娜   咖啡  从  。
  5. 回  一  份  我  买  今天   的  请  报纸  帮  来 。

Corso Progredito II° livello:
Riscrivi le frasi collocando le parole nella posizione grammaticalmente corretta:
  1. 桌子  这  我  不   动   搬   张   太   重  。
  2. 清楚  演员  不 的 清楚  看  表演  得   看  ?
  3. 演出  得  十点   半  了  完   左右   。
  4. 一块儿  饺子  安娜  宿舍  来  包  王兰  。
  5. 辆   坐   不  汽车  下  六   人  这  个 


Se uno di questi esercizi risulta un po' difficile ma non impossibile da eseguire, allora quello è il corso da frequentare.

加油

domenica 21 gennaio 2018

Corsi di lingua cinese - Secono semestre - Programmi



Novità anno 2017 / 2018 che cos'è?

Sensibili alle esigenze degli studenti abbiamo deciso, a partire da settembre 2017, di allinearci al metodo utilizzato all'Università di Milano, presso l'Istituto Confucio, usando i testi di grammatica della UNICOPLI. Ciò renderà più facile anche i preparativi agli esami HSK.

Primo volume


Secondo volume

Naturalmente non ci fermiamo qui. Aver insegnato a lungo ed a persone di tutte le età significa essere pronti ad affrontare qualsiasi domanda dovesse pervenire. La dedizione fa il resto. Non vogliamo buchi neri nelle preparazioni dei nostri studenti. Ogni domanda è lecita ed è un'occasione per approfondire ulteriormente la questione.



A chi si rivolgono i nostri corsi?
Come sempre
abbiamo pensato a tutti quei studenti che hanno già frequentato dei corsi, imparato in parte la grammatica ma che abbiano difficoltà a capire e a farsi capire, sia oralmente che nello scritto. Il livello necessario per partecipare alle lezioni non è ben definito. Naturalmente più' è alto, più è veloce l'apprendimento. Tuttavia anche studenti con poche lezioni alle spalle possono trarne giovamento. 
 


Quale scopo si prefiggono di raggiungere?
Con l'introduzione del metodo “Confucio” intendevamo colmare un vuoto dovuto alle priorità, sempre presenti nei nostri corsi, di preparare lo studente alla comprensione e all'utilizzo della lingua. I corsi nuovi utilizzano anche le specifiche dinamiche tipiche di chi vuole sostenere l'esame HSK, mentre le nostre priorità restano comunque le seguenti:
A) aiutare gli studenti a comprendere la lingua scritta e ad esprimersi in cinese scritto con piu' facilità
B) rendere piu' fluente la lingua orale e nello stesso tempo aiutare gli studenti a capire l'interlocutore cinese.

In che modo?
 

A) Scritto: all'inizio di ogni nuova lezione vengono presi in esame i caratteri nuovi, sui quali gli studenti sono invitati a fare degli specifici esercizi. I testi scritti, più o meno brevi, danno poi l'opportunità di verificare l'apprendimento della struttura trattata in precedenza. Guarda il post nel blog qui



Vi è inoltre un corso specifico supplementare: un'ora di lezione dedicata alla lettura di brani originali facilitati. La lettura mette in evidenza le difficoltà degli studenti e permette al docente di porvi rimedio. Nello stesso tempo, sulla base della lettura, gli studenti vengono sollecitati ad esprimersi correttamente, scirvendo dei piccoli testi. 






B) Orale: con l'utilizzo di DVD contenenti brevi dialoghi sollecitiamo gli studenti a farsi propri delle espressioni via via piu' complesse. Sulla base dei dialoghi gli studenti, a loro volta, si esprimono in autonomia.









Quali sono i nostri corsi attuali?
Il secondo semestre inizia a febbraio 2018

Programma Corso Base II:
Inizio corso 7 febbraio 2018 - fine corso 6 giugno 2018
Orario: mercoledì 09:30 - 11:30
Testo: CORSO DI LINGUA CINESE ELEMENTARE edizione UNICOPLI (CUEM) - Dalla lezione n. 8
Materiale dvd: CONVERSATIONAL CHINESE 301 e relativo testo
15 lezioni - tot 30 ore - costo 360 euro


Programma Corso Progredito I :
Inizio corso 6 febbraio 2018 - fine corso 5 giugno 2018
Orario: martedì 18.30 – 20:30
Testo: CORSO DI LINGUA CINESE PROGREDITO edizione CUEM - Dalla lezione n. 5
Materiale dvd: CONVERSATIONAL CHINESE 301 e relativo testo
15 lezioni - tot 30 ore - costo 360 euro


Programma Corso Sola Lettura:
Inizio corso 7 febbraio 2018 - fine corso 6 giugno 2018
Orario: mercoledì 11:30 - 12:30
Testo: Graded Chinese Reader I -
edizione Sinolingua - in vendita presso HOEPLI
15 lezioni – tot 15 ore - costo 180 euro



I corsi si tengono presso l'Associazione APRITICIELO in Via Spallanzani, 16 a due passi da MM1 Porta Venezia - Milano

sabato 20 gennaio 2018

大寒 Grande Freddo / Great Cold

IL Grande Freddo è l'ultimo dei 24 termini solari del tradizionale calendario lunisolare cinese. Secondo il calendario gregoriano cade ogni anno intorno al 20 gennaio, quando il sole raggiunge il 300° grado nel cielo.
The Great Cold is the last of the 24 solar terms of the traditional Chinese lunisolar calendar. According to the Gregorian calendar it falls every year around January 20th, when the sun reaches the 300th degree in the sky.






Per saperne di più clicca qui 

Click here to know more

domenica 14 gennaio 2018

汉字笔顺 Ordine dei tratti nella scrittura cinese / Stroke order in Chinese characters




Lo studente alla prima volta alle prese con la scrittura cinese si meraviglia dell'ordine costituito nell'universo della scrittura dei caratteri cinesi (detti erroneamente “ideogrammi”), in particolare per quanto riguarda l'ordine in cui vengono eseguiti i tratti che compongono il carattere stesso. Si scopre che nella scrittura ogni azione è regolata da convenzioni del tipo “all'incrocio precedenza alla destra” e che la loro trasgressione potrebbe indurre in errori che poi si perpetuano nel tempo.
The student at the first time struggling with Chinese writing is amazed at the order in the universe of writing Chinese characters (erroneously called "ideograms"), in particular as far as the stroke order of the traits that make up the character itself is concerned. It turns out that while writing, every action is regulated by conventions such as "at the crossroads precedent to the right" and that their transgression could lead to errors that could perpetuate over time.




L'errore ignorato diventa un'abitudine difficile da correggere in seguito. Purtroppo è quanto scopro tra gli studenti di vario livello. L'uso del computer, inoltre, facilita il proliferarsi di tali cattivi abitudini. Dove sorgono gli errori più comuni?
The ignored error becomes a habit, difficult to be corrected later. Unfortunately, this is what I discover among students of various levels. Furthermore, the use of computers facilitates the proliferation of these bad habits. Where do the most common mistakes arise?


Vediamone qualcuno:
Let's see someone:


1) La cornice
La regola dice: “prima l'esterno, poi l'interno” e riguarda tutti i caratteri “a cornice”, dove è importante distinguere cosa è la cornice (l'esterno) e cosa si trova dentro (l'interno).
 
1) The frame
The rule says: "first the outside, then the inside" and it concerns all the "framed" characters, where it is important to distinguish what is the frame (the exterior) and what is inside (the inside).





Nella parola (luna) si distingue chiaramente una cornice a tre lati con due tratti orizzontali nell'interno.
The word 月 (moon) clearly distinguishes a three-sided frame with two horizontal lines in the interior.


Nella parola (quello) è più difficile distinguere la cornice che è di soli due lati con, all'interno, due tratti orizzontali attraversati da un tratto verticale.
In the word 那 (that) it is more difficult to distinguish the frame that is only two sides with, inside, two horizontal traits crossed by a vertical stroke.




Ciò che li distingue è il tratto verticale che nel primo caso è uno dei lati della cornice, mentre nel secondo è uno dei tratti all'interno della cornice.
What distinguishes them is the vertical stroke which, in the first case, is one of the sides of the frame, while in the second it is one of the strokes within the frame.


2) Irregolarità dovute alla semplificazione
Nel caso di caratteri “speculari” la regola dice: “prima la parte centrale, poi il resto”

2)Irregularities due to simplification
In the case of "specular" characters the rule says: "The central part first, then the rest"


Mentre la parola (piccolo) si scrive, appunto, tracciando prima il verticale, seguito dal resto (punto a sinistra e punto a destra) .......
While the word 小 (small) is written, in fact, tracing the vertical first, followed by the rest (point on the left and point on the right).....


 
.... perché nella parola (impegnato), la componente a sinistra non segue lo stesso ordine? Infatti lo si scrive procedendo da sinistra a destra. Il motivo va ricercato nell'origine di questo semicarattere; esso in effetti è la simplificazione del carattere (cuore) ed è scritto procedendo da sinistra a destra, com'è giusto che sia. 
... so, why in the word 忙 (engaged), the component on the left does not follow the same order? They write it proceeding from left to right.The reason is to be found in the origin of this semicaracter, in fact it is the simplification of the character 心 (heart) and is written proceeding from left to right, as it should be. 

3) Confusione tra tratto orizzontale e tratto discendente a sinistra 
3) Confusion between horizontal stretch and descending stretch on the left

Il tratto orizzontale si scrive partendo da sinistra, mentre il tratto discendente a sinistra si scrive partendo da destra. Esistono tratti discendenti a sinistra che assumono una forma “livellata” infatti si chiamano 平撇, assomigliano alla luna invernale che ha la gobba in fondo, anziché di lato.
The horizontal stroke is written starting from the left, while the descending stretch on the left is written starting from the right. There are descendant traits on the left that assume a "leveled" shape, in fact they are called 平 撇, resemble the winter moon which has the hump at the bottom, instead of the side.



Purtroppo nella stampa è assai difficile distinguerli pertanto è buona abitudine imparare la parola che la contiene prestandoci la dovuta attenzione.
Unfortunately in the press it is very difficult to distinguish them so it is good practice to learn the word that contains it paying due attention.


Vediamolo anche nelle parole  (la mano) e (il pelo).
Let's see it in the words 手 (the hand) and 毛 (the hair), too.

 
Conclusione:
Per non imparare a scrivere erratamente un nuovo carattere consiglio sempre di procedere nel modo seguente:

  1. scrivere il carattere tratto dopo tratto, aggiungendo un tratto alla volta
  2. distinguere i semicaratteri che compongono il carattere
  3. individuare il radicale
  4. cercare la parola nel dizionario con il radicale – in questo modo si ottiene anche la conferma di aver individuato il radicale corretto.

Proseguendo in questo modo non solo s'impara a scrivere correttamente ma ciò facilita la memorizzazione sia del carattere che della parola corrispondente. Inoltre, scrivere i caratteri a mano fa sì che li si memorizzi meglio e più in fretta. 

Conclusion:
In order not to learn to write a new character wrongly, I always suggest proceeding as follows:

1) write the character stroke after stroke, adding a stroke at a time
2) distinguish the semicaracters that make up the character
3) identify the radical
4) look for the word in the dictionary based on the radical - in this way we get the confirmation of having identified the correct radical, too.

Continuing in this way, we not only learn to write correctly, but this facilitates the memorization of both the character and the corresponding word. Furthermore, writing characters by hand means that you memorize them better and faster.